42 Firenze: il nuovo corso di programmazione e coding

Giorgia Fontana

Da quest’anno 150 ragazzi avranno la possibilità di partecipare al nuovo percorso di Coding e programmazione proposto da Fondazione CR Firenze e dall’Università Luiss Guido Carli a Firenze. 42 Firenze ha l’obiettivo di preparare la classe lavoratrice del domani alle professioni maggiormente richieste nel mondo del digitale. Si tratta del secondo centro di 42 aperto in Italia, dopo quello di Roma.

Da dove nasce il progetto di 42

Particolarmente innovativo, il progetto 42 è nato ben dieci anni fa, nel 2013, grazie all’idea di Xavier Niel. L’imprenditore parigino, con l’obiettivo di creare un percorso formativo diverso dal tradizionale, ha investito un patrimonio di 200 milioni di euro per dare il via ad un corso in cui i ragazzi potessero sviluppare le loro abilità nel campo della programmazione. Ad oggi, oltre ai Campus di Parigi e della Silicon Valley, esistono ben quaranta scuole sparse in 25 paesi del mondo. In Italia, il primo percorso è stato avviato a Roma. 

Un vero e proprio successo, dato dalla formula educativa impiegata: nei corsi proposti si impara creando, progettando, incappando in problematiche e risolvendole attraverso il lavoro di gruppo. Il fine è quindi quello di preparare i lavoratori del futuro, garantendo loro un’esperienza vicina alla vita aziendale e fornendogli le abilità per le professioni più richieste dei prossimi anni.

Come partecipare: la selezione e il corso

Per entrare a far parte del mondo della programmazione con 42 non è necessaria alcuna particolare abilità pregressa: è sufficiente una buona base logica e la passione per il coding. Si stima infatti che più di quattro persone su cinque tra quelle che partecipano ai corsi di 42 non abbiano mai scritto una riga in codice prima di iniziare il percorso. L’unico requisito effettivamente richiesto è aver compiuto diciotto anni

La scrematura dei candidati avverrà per meritocrazia a seconda dei risultati ottenuti nei test attitudinali matematico-logici, che verranno svolti interamente online. La preselezione terminerà verso metà aprile, mentre la selezione rimarrà accessibile per tutto l’anno. Chi otterrà un posto, dovrà partecipare agli incontri di preparazione. Sarà poi il turno delle “tre piscine“: tre settimane di corso intensivo sul mondo della programmazione. Per permettere di partecipare agli studenti delle scuole Superiori, agli Universitari e ai lavoratori, le date del corso sono previste in primavera e in estate:

  • dal 2 al 27 maggio;
  • dal 6 giugno all’1 luglio;
  • dall’11 luglio al 5 agosto.

42 Firenze: tutt’altro che scuola

Il percorso intensivo sul coding avrà sede all’Innovation Center di Fondazione CR Firenze. I corsi non saranno costituiti, però, dalle normali lezioni scolastiche a cui si è abituati.

Innanzitutto, si baseranno su progetti propedeutici a quelli successivi: per passare alla fase seguente, sarà prima necessario completare i progetti in corso. Via via i livelli avranno difficoltà crescente e l’intensità del lavoro aumenterà. In questo modo, grazie alla collaborazione con i propri compagni, potrà continuare solo chi riuscirà a completare ogni fase, un po’ come si fa in un videogame. I livelli sono in totale 21, i progetti da superare 200. 

Un altro aspetto innovativo riguarda l’assenza di professori e classi: chi parteciperà dovrà imparare dagli sbagli commessi e dal lavoro di squadra. Non verranno date valutazioni né impartiti insegnamenti, in base al modello di insegnamento learning by doing, ossia apprendere attraverso la pratica.

A rappresentare un po’ la filosofia di insegnamento di 42, infine, è la retta da sostenere: non esiste. Secondo l’approccio utilizzato, l’apprendimento deve essere accessibile a chiunque voglia mettere il proprio interesse e le proprie capacità in gioco.

L’Innovation Center di Firenze

Il moderno hub, sede della 42 Firenze, ha luogo in uno storico palazzo settecentesco, un tempo l’antico granaio dei Medici. L’edificio è stato acquistato da Fondazione CR Firenze e ospita ad oggi diverse realtà collegate al mondo della programmazione e del digitale: oltre alla 42, start-up innovative, conferenze, eventi per il confronto sul cambiamento del mondo tecnologico. Il palazzo è stato trasformato in un open space di 1.200 metri quadrati, ed é aperto ogni giorno della settimana 24 ore su 24. L’Innovation Center è uno dei più importanti progetti di formazione lanciati da Fondazione CR Firenze, un’organizzazione non profit, impegnata nell’importare innovazione nei territori di Firenze, Arezzo e Grosseto. 

Lascia un commento