5 consigli per sopravvivere alla sessione invernale

Giorgia Fontana

Tra le tante ore di studio e l’ansia pre esami da combattere, pensare a se stessi durante la sessione è davvero difficile. Ecco quindi cinque consigli per concludere al meglio uno dei periodi più stressanti dell’anno, tenendo un occhio di riguardo anche alla tua salute mentale.

1. Trova il tuo equilibrio

Tante ore di studio non portano automaticamente a buoni risultati. Per poter sfruttare al meglio il tempo sui libri, è necessario essere concentrati, sentirsi riposati e disporre di tante energie. Perciò, è importante affrontare i momenti della giornata in maniera equilibrata e sana, dedicando il giusto tempo a te stesso. Dormire a sufficienza e mangiare bene è davvero d’aiuto, quando si parla di apprendimento; le maratone di studio, al contrario, possono essere dannose e rischi di vivere gli esami come una vera e propria tortura.

2. Crea un calendario credibile

La preparazione di più esami allo stesso tempo richiede grandi doti di concentrazione, ma soprattutto di organizzazione. Pianificare quando e quanto prepararsi nei giorni a disposizione prima degli appelli è fondamentale, ma può essere impossibile tenere a mente capitoli e pagine da studiare volta per volta. La cosa migliore che puoi fare quindi, è creare un calendario da appendere al muro e suddividere gli impegni di studio in base al tempo che ti è rimasto. L’importante, però, è farlo in maniera oggettiva: devi tenere in considerazione potenziali imprevisti che potrebbero rallentare lo studio per qualche giorno. Una buona soluzione è impostare le tue giornate su un numero di pagine inferiore a quello che consideri semplice studiare, e concederti qualche ora o giornata jolly, per ripetere ciò che hai lasciato indietro o riposarti.

3. Prenditi delle pause

Lo studio matto e disperato può portare risultati a breve termine, ma i concetti appresi andranno persi in pochi giorni. La scelta migliore è quella di concedersi più pause tra le ore di studio: gli esperti consigliano di dedicarti un break di dieci o quindici minuti ogni quaranta di studio. In questi frangenti, però, perché siano ancora più produttivi, è raccomandato fare attività rilassanti ma che richiedano attività cerebrale; giocare a carte, colorare dei disegni anti-stress o preparasi uno snack sono solo alcune delle azioni consigliate per mantenerti concentrato.

4. Stabilisci una routine

Sembra molto più fattibile affrontare la sessione, se dai un’ordine anche alla tua giornata: impostare una sveglia ogni giorno alla stessa ora, rifarsi il letto appena sveglio, limitare l’uso dei social e curare l’ambiente in cui studi sono i primi accorgimenti che puoi prendere per crearti una vera e propria routine. Stabilendo la quantità di tempo destinata alle mansioni che vanno portate a termine ogni giorno, eliminerai i tempi morti, che potranno essere dedicati ad altre attività o allo studio. Quando ti occupi di organizzare i tuoi impegni quotidiani, tieni a mente che è più conveniente studiare verso metà giornata: secondo le ricerche condotte dal dipartimento di psicologia dello sviluppo e della socializzazione dell’università di Padova, infatti, le ore di maggiore concentrazione sono quelle della tarda mattinata. Roberto Dall’Acqua, docente responsabile della ricerca, sostiene proprio questo:

“Le performance migliori si ottengono nelle due ore che precedono il mezzogiorno, con un decremento sensibile nella fase pomeridiana, soprattutto dopo il pasto. Se si considera che la soglia di attenzione è di 40-45 minuti, il consiglio è di osservare 15 minuti di pausa tra una lezione e l’altra nel corso della mattinata, in modo da  preservare l’efficienza dell’attenzione anche nel pomeriggio”. 

5. Cambia aria

Per quanto la mole di studio sia elevata e il tempo rimasto ti sembri insufficiente, rinchiuderti per giorni in camera a studiare può essere controproducente: ti sentirai poco stimolato e la stanza finirà per sembrarti una prigione. Ogni tanto, prenditi del tempo per andare in un posto diverso; studia a casa di qualcun altro, approfitta delle biblioteche o dei caffè letterari. Immergendoti in un clima differente, dove puoi trovare altre persone che, come te, affrontano la sessione, ti sentirai più motivato ad affrontare la sessione. Il tempo per spostarti non sarà sprecato, se renderà il tuo studio più produttivo in vista degli esami!

Lascia un commento