Athenaton: la maratona virtuale per l’ambiente

Greta Tesini

Il 9 aprile è partita Athenaton: la prima maratona virtuale che unisce le Università europee per la difesa dell’ambiente e del clima.

Il progetto è sposato anche da UniCusano, l’Università italiana facente parte della rete ATHENA.
Per un mese, studenti, professori e collaboratori, potranno condividere online i chilometri percorsi di corsa, in bici e anche a nuoto, per sensibilizzare sui temi dell’ecosostenibilità. 

Sono due i modi per partecipare: iscrivendosi sul sito Strava Club: Europe Day ATHENATON, oppure postando uno screenshot della performance registrata sull’app di tracking preferita utilizzando gli hashtag ufficiali #move4athena o #athenathon.
Una sfida anche per i più pigri, che finalmente troveranno la giusta motivazione per fare attività fisica nonostante le restrizioni della pandemia.

L’obiettivo di Athenaton

Obiettivo: coprire con mezzi green 11.000 km, ossia la distanza che idealmente collega le Università europee del progetto. Ma soprattutto, sensibilizzare i giovani studenti sull’importanza dell’ecosostenibilità.

Il 9 maggio, festa dell’Europa, verrà reso pubblico il risultato di Athenaton e verranno pubblicate tutte le foto scattate di questa “maratona social”attraverso i Paesi europei.

Progetto Athena

L’Advanced Technology Higher Education Network Alliance (ATHENA) è un consorzio di sette Atenei europei che punta a creare le basi dell’Università Europea.
Il progetto mira a fornire un’istruzione internazionale inclusiva, innovativa e di qualità, in linea con le esigenze del mercato globale, in grado di affrontare le sfide sociali e ambientali e di supportare le priorità di ricerca europee. Lo scopo è infatti promuovere la nascita di progetti di collaborazione e di favorire nuove prospettive europee agli oltre a studenti e collaboratori dell’alleanza.

Oltre all’Università Niccolò Cusano, il progetto ATHENA riunisce altre sei Università Europee:

  • Instituto Politecnico do Porto (Portogallo);
  • Univerza v Mariboru (Slovenia);
  • Universite d’Orleans (Francia);
  • Universität Siegen (Germania);
  • Hellenic Mediterranean University (Grecia);
  • Vilniaus Gedimino technikos universitetas (Lituania).

Lascia un commento