Bonus ai giovani: gli aiuti previsti per il 2022

Greta Tesini

Il 31 dicembre si avvicina ed è tempo di una nuova Legge di Bilancio. Per il 2022, troveremo tante conferme e qualche novità per quanto riguarda i bonus per i giovani cittadini. Vediamo insieme i principali.

Bonus Cultura under 18

Anche per l’anno prossimo è previsto il rinnovo del Bonus Cultura, introdotto nel 2017. Come sappiamo, il bonus prevede l’erogazione di 500 euro da parte dello Stato per incentivare e promuovere la cultura. Con il credito è possibile acquistare libri, corsi di formazione, biglietti per accedere a concerti, cinema, teatro e musei. Da sempre, l’agevolazione è prevista per tutti i cittadini diciottenni, senza limiti di reddito familiare.
La novità? Il “nuovo” Bonus Cultura verrà con ogni probabilità reso strutturale in tutte le future Leggi di Bilancio (non sarà più quindi una misura straordinaria da rinnovare).

Bonus casa under 31

Per i giovani dai 21 ai 31 anni non compiuti è previsto un Bonus casa che riguarda gli affitti. La misura prevede una detrazione del 20% sul canone di locazione fino a 2.000 (limite inferiore rispetto ai 2400 dello scorso anno). Le agevolazioni saranno rivolte a tutti i giovani con reddito che non supera i 15.493,71 euro annui ed è applicabile soltanto i primi 4 anni di affitto.

Bonus casa under 36

Si tratta di una proroga dell’articolo 64 del Dl 73/2021 che vede il spostato il suo termine dal 31 dicembre 2022 al 30 giugno 2022. Il bonus, chiamato anche Bonus Prima Casa, consente di beneficiare di mutui garantiti dallo Stato per l’acquisto della loro prima casa, fra le altre cose. Sono previsti infatti anche agevolazioni sui pagamenti delle imposte e sui tributi catastali speciali. Inoltre, è previsto un credito d’imposta che rimborsa il pagamento dell’IVA al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi.

Chi può beneficiarne? Tutti giovani al di sotto dei 36 anni (la validità è sancita dal momento del rogito) con un’attestazione ISEE inferiore ai 40 mila euro annui.

Bonus assunzioni giovani

Come per quest’anno, anche per il 2022 è previsto un bonus per incentivare le aziende all’assunzione con contratto a tempo indeterminato dei giovani under 36. Ma ci sono novità! La platea si allarga, e la nuova Legge di Bilancio prevede l’esonero contributivo per i datori di lavoro che vogliono assumere lavoratori di qualsiasi età, ma provenienti da aziende in crisi.

Lo sgravio ha un tetto massimo di 6.000 euro l’anno ed è applicabile solo alle assunzioni di lavoratori che non siano mai stati assunti a tempo indeterminato prima di quel momento. Per poterne usufruire, l’azienda non deve aver effettuato nei sei mesi precedenti l’assunzione, e nei nove successivi, licenziamenti nei confronti di lavoratori con la stessa qualifica. Anche per il prossimo anno sono esclusi contratti di apprendistato e contratti per i collaboratori domestici, così come anche i contratti intermittenti o a chiamata.

Lascia un commento