Bonus trasporti 2022: ecco chi può richiederlo

Greta Tesini

Da Settembre sarà finalmente possibile richiedere per la prima volta il Bonus Trasporti previsto dal Decreto Aiuti bis per sostenere le categorie economicamente più fragili. L’agevolazione permetterà di coprire il costo totale di un singolo abbonamento a un servizio di trasporto pubblico fino a un massimo di 60 euro.

Il bonus sarà emesso sotto forma di buono presentabile al momento dell’acquisto di un abbonamento mensile o annuale. Saranno compresi tutti i servizi di trasporto pubblico metropolitano ma anche trasporti regionali, interregionali e treni nazionali. Il voucher non sarà invece usufruibile per servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium e working area. 

Chi potrà beneficiarne

ll Bonus Trasporti sarà rivolto a tutti gli studenti, lavoratori e pensionati che nel 2021 hanno dichiarato un reddito lordo annuo pari o inferiore a 35.000 euro. Per questa ragione il buono sarà nominativo e non cedibile. Al momento della domanda non sarà necessario presentare l’ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) ma soltanto e la dichiarazioni sostitutive di autocertificazione e l’importo del buono richiesto.

Come richiedere e usufruire del Bonus Trasporti 2022

Sarà possibile richiedere il Bonus Trasporti accedendo al portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Al momento il portale non è ancora attivo e non è ancora stata comunicata la data in cui sarà possibile presentare domanda. L’accesso al portale sarà effettuabile soltanto tramite credenziali SPID o CIE.

Sia il bonus che l’abbonamento dovranno essere richiesti ed acquistati entro il 31 dicembre 2022. Dal momento dell’emissione, il bonus dovrà essere presentato entro un mese direttamente al gestore del servizio di trasporto pubblico che dovrà verificarne la validità. In caso di positività di quest’ultima, il voucher sarà immediatamente sfruttabile.

Lascia un commento