Bonus universitario di 500€ per i fuorisede in Sicilia

Alice De Luca

Dal 7 fino al 30 aprile 2021, alle ore 14:00, gli studenti siciliani fuorisede possono presentare la propria domanda per ottenere un bonus universitario di 500 euro.

Chi può usufruire del bonus

Nello specifico, a poter beneficiare dei 500 euro sono le seguenti tipologie di studenti:

  • Studenti siciliani iscritti all’a.a. 2019/2020 a corsi di laurea, master universitari e dottorati di ricerca presso università e AFAM (istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica) con sede in Sicilia, fino al primo anno fuori corso.  

Oppure

  • laureandi nelle sessioni straordinarie dell’a.a. 2018/2019 (presso università ed AFAM, con sede in Sicilia) fino al 1° anno fuori corso.

Inoltre questi studenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • Essere conduttori o co-conduttori di unità immobiliari ad uso residenziale o in alloggio in residenze universitarie fiscalmente a carico dei nuclei familiari di provenienza;
  • Essere individuati come fuorisede anche per un periodo inferiore a dieci mesi, purché non inferiore a quattro mesi;
  • Avere un contratto di locazione regolarmente registrato o un contratto di alloggio alla data del 28 febbraio 2020 e non risultare fruitori alla stessa data di servizi abitativi erogati dagli ERSU;
  • Il valore dell’indicatore (ISEE) dovrà risultare inferiore al valore della massima fascia di reddito (ai fini del calcolo delle tasse universitarie) dell’Istituzione universitaria frequentata.

Modalità di attivazione del bonus universitario

Il procedimento per ottenere il bonus universitario è riportato nel dettaglio all’articolo 6 del bando. Il termine per la presentazione della domanda è il 30 aprile 2021 alle ore 14:00. La graduatoria sarà pubblicata il 30 maggio 2021 e sarà stilata in ordine crescente sulla base del valore ISEE. A parità di ISEE la precedenza sarà data agli studenti e alle studentesse più giovani. Inoltre, su tutti avranno priorità gli studenti con disabilità e in condizioni di gravità o con invalidità non inferiore al 66%.

Lascia un commento