Cercare casa a Milano? Niente panico

Che siate studenti del primo, secondo o ultimo anno di università, poco importa, di certo vi sarete tutti ritrovati ad affrontare una grande sfida: cercare casa a Milano. Per quanto risaputo che non sia semplice e che, in linea di massima, Milano non sia una città economica, non fatevi prendere dal panico.

Qui di seguito troverete alcune semplici linee guida che vi aiuteranno ad indirizzare al meglio la vostra ricerca.

Da dove partire

Spesso e volentieri, essendo ancora inesperti, ci si trova così disorientati da non sapere effettivamente quale strada intraprendere. Per questo, è necessario prendersi del tempo (almeno uno o due mesi), senza la pretesa di trovare casa dall’oggi al domani. Innanzitutto, cominciate a chiedere aiuto ad amici, parenti, colleghi di lavoro o conoscenti. Sembrerà un metodo antico e scontato, in realtà però, spesso, si rivela essere il più vantaggioso, soprattutto se si chiede una consulenza a persone vicine e fidate.

Per quanto riguarda i siti internet, lì si aprirà un raggio infinito di soluzioni a cui, tuttavia, dovrete prestare molta attenzione. Immobiliare e Subito (https://www.immobiliare.it e https://www.subito.it ) sono senz’altro quelli più affidabili, sconsigliato addentrarsi nelle offerte che si trovano alla decima pagina di Google sottotitolate in lingue improbabili.

Inoltre, la maggior parte delle persone ha ritenuto più conveniente iscriversi alle pagine Facebook, qui di seguito elencate: Affitti a Milano e Affitti per chi ha fretta. Aggiornate più volte al giorno (specialmente negli orari dopo i pasti), e gestite da amministratori seri, sono senz’altro fra le pagine più quotate e utili nel campo immobiliare di privati (e non solo).

Altro metodo tradizionale ma più faticoso, è quello di controllare le bacheche delle università, essendo gremite di annunci e articoli riguardanti gli studenti, potranno senza dubbio essere d’aiuto per cercare casa.

Filtrare la ricerca

Una volta preso confidenza con il materiale a vostra disposizione, bisogna restringere il campo e porre letteralmente dei filtri alla vostra spasmodica indagine immobiliare

E’ bene studiare la mappa di Milano e circoscrivere la zona di interesse a partire dall’università, che sarà, ovviamente, un punto di riferimento, per poi proseguire con segnalare tutti quei servizi utili per una futura routine quotidiana (supermercati, farmacie, bar..).

Fissare poi un budget, e questo forse è il punto più critico: è chiaro che il miglior compromesso sarebbe trovare un appartamento nuovo, ben ristrutturato, non lontano dal centro e vicino all’università, tuttavia, essendo la maggioranza di noi studenti con budget limitato, dovremmo fare appello al buon vecchio spirito di adattamento e tener conto di riuscire a vivere in maniera serena. Aspetto molto importante da segnalare è la vicinanza ai mezzi pubblici: metro, tram o autobus, Milano è ben collegata e, per questo, consiglio di trovare una zona che renda agili gli spostamenti.

Annunci

  • Leggere bene tutto ciò che è scritto (anche le cose in piccolo!) A volte ricercano solo lavoratori, o richiedono solo brevi periodi, o ancora promettono una zona tranquillissima e a portata di mano, quando in realtà per raggiungere la metro più vicina si impiegano quaranta minuti a piedi.
  • Non fidarsi di chi chiede subito soldi senza neanche vedere casa: in un campo così vasto e in continuo ricambio le truffe sono sempre dietro l’angolo.
  • Non fare affidamento a chi pubblica annunci per nulla dettagliati senza mezza foto di ciò che sta offrendo.

Private o agenzie?

Questa è una domanda tanto frequente quanto variabile in base alle esigenze e a seconda delle priorità di ognuno. Riferendosi ad un’agenzia, chiederà una commissione che va dal 10% al 15% del canone annuo. Ovviamente, tenendo conto anche del prezzo minimo di una stanza (generalmente 400 euro), è chiaro che può gravare sulle spese da affrontare. La commissione va a coprire una serie di garanzie e tutele di cui il privato non dispone, ma anche qui bisogna fare attenzione a chi si fa affidamento e controllare sempre la credibilità dell’agenzia stessa. Ciò detto, la scelta qui è prettamente personale e dipende appunto dalle disponibilità economiche e dal tasso di rischio che si vuole correre.

Per concludere, gli aspetti più importanti che faranno la differenza nella ricerca di un posto in cui vivere, saranno spirito di adattamento e buona propensione alla novità. Cercare casa non è semplice ma non fatevi prendere dal panico e non vi arrendete di fronte al primo tentativo. Nessuno spalancherà le porte della vostra casa dei sogni, ma di certo, troverete persone disposte ad aiutarvi che renderanno la vostra vita universitaria più piacevole.

Foto: https://milano.corriere.it/19_gennaio_24/quanto-costa-casa-milano-richiesta-altissima-alloggi-nuovi-1a029540-1fa4-11e9-bb29-037a280df036.shtml?refresh_ce-cp

Lascia un commento

Scarica orala nostra Guida