ESMA: tirocini retribuiti a Parigi

Maria Laura Campolo

L’ESMA o Autorità Europea degli Strumenti Finanziari e dei Mercati è un’autorità indipendente dell’UE avente come obiettivi: la tutela degli investitori, il corretto funzionamento dei mercati e il rafforzamento del sistema finanziario da shock esterni e interni. Annualmente l’ESMA mette a disposizione di studenti e laureati alcuni posti di traineeship vacanti. Indubbiamente, si tratta di un’opportunità irrinunciabile che permette di arricchire il proprio CV.

Tirocinio: ambiti, durata, compenso

Quali mansioni svolge un tirocinante all’interno dell’ESMA? I tirocinanti contribuiscono a diversi progetti e assistono quotidianamente l’attività dell’ESMA fornendo un nuovo punto di vista e conoscenze accademiche aggiornate. Il lavoro risulta articolato in quanto può includere la ricerca, il contributo alle relazioni, la compilazione di dati statistici, l’esecuzione di compiti operativi e la partecipazione a studi e progetti ad hoc.

L’esperienza formativa può variare da 6 a 12 mesi presso la sede di Parigi, in una delle seguenti aree:

  • Legal Profile
  • Transversal Profile
  • Financial Markets Profile

Il compenso retributivo si aggira intorno ai 1.200 euro al mese per i tirocinanti laureandi e ai circa 1.800 euro al mese per i tirocinanti laureati. La deadline è prevista per il 31 dicembre 2022.

Requisiti di ammissibilità

Ogni candidato dovrà soddisfare i seguenti criteri di ammissibilità e fornire i documenti giustificativi al momento della presentazione della domanda:

  • essere cittadino di uno Stato membro dell’Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo (SEE): Islanda, Liechtenstein o Norvegia;
  • una buona conoscenza della lingua inglese;
  • essere coperti in caso di malattia o infortunio da un regime di previdenza sociale nazionale o da una polizza assicurativa privata;
  • per i tirocini riservati ai laureati, il candidato dovrà aver completato il primo ciclo di formazione universitaria o un titolo equivalente;
  • per tirocini curricolari, invece, il candidato dovrà fornire una dichiarazione dell’Università competente.

Requisiti preferenziali

Ai fini della selezione dei candidati, l’Autorità dell’UE considera il possesso di ulteriori requisiti, non obbligatori, a seconda dell’area di interesse del tirocinio.

I requisiti preferenziali indicati dell’ente sono:

  • laurea in giurisprudenza;
  • specializzazione in diritto finanziario e/o diritto amministrativo dell’Unione Europea;
  • conoscenza dei mercati finanziaria (acquisita con l’esperienza o l’istruzione);
  • buone capacità redazionali in inglese (articoli, presentazioni, revisione di documenti);
  • conoscenza pacchetto Microsoft (Excel, Power Point).

Lascia un commento