Giornata internazionale delle foreste insieme a University Network

Karoline Gapit

Oggi non è solo il primo giorno di primavera, ma è anche la Giornata Internazionale delle Foreste.

Il ruolo delle foreste è fondamentale per la nostra quotidianità. Il Pianeta Terra, infatti, necessita della loro esistenza anche per semplici azioni della nostra routine, dal bere un bicchier d’acqua fino allo scrivere su un pezzo di carta. Ad oggi, le foreste occupano quasi il 31% delle terre emerse e sono rilevanti per combattere i cambiamenti climatici.

Celebrare le foreste è il minimo che possiamo fare

La loro funzione è chiara. Oltre alla sopravvivenza della nostra specie, le foreste riducono i rischi legati ai disastri naturali e contribuiscono alla prosperità e al benessere delle generazioni di oggi e di quelle future.

Tuttavia, il tema della deforestazione continua a ritmi che mai si erano registrati prima.  Ormai sono 30 anni che il genere umano ha causato una rilevante distruzione della copertura forestale. Secondo la FAO, infatti, si stima che la distruzione sia grande quanto la Libia, quindi circa 178 milioni di ettari.

Seppur nel continente africano e in America Meridionale le foreste spariscono in grandi quantità, in Europa e in America del Nord il tasso di deforestazione è in calo. Il Paese che contribuisce a una minor deforestazione è proprio l’Italia che si posiziona tra i 10 Paesi dove, a livello mondiale, c’è stato il maggiore aumento netto annuo di foreste.  Tra la lista vi è anche la Cina, Australia, India, Cile, Vietnam, Turchia, Stati Uniti d’America, Francia e Romania.

Inoltre, quasi il 93% dell’area forestale presente sul globo è composto da foreste a rigenerazione naturale. Queste si rigenerano senza nessun intervento umano, mentre solo il 7% è stato piantato dall’uomo.

Riduzione della deforestazione nel 2030

Un grande progetto ambizioso è l’obiettivo 15 dell’Agenda 2030. Questa iniziativa serve per arrestare la deforestazione, ripristinare le foreste degradate e aumentare in tutti Paesi la riforestazione.

Ad oggi è ancora possibile invertire questi trend negativi, per esempio grazie alla nostra collaborazione con Treedom è possibile contribuire attivamente nella lotta alla deforestazione e nella promozione della biodiversità.

Attraverso Treedom University Network ha potuto creare la propria foresta universitaria, contribuendo alla lotta alla deforestazione e alla creazione di ecosistemi locali autosufficienti, che daranno lavoro e sostentamenti a lavoratori e popolazioni in tutto il mondo.

Siamo convinti che, oltre a coltivare le menti, per avere un futuro migliore è necessario rispettare e proteggere la natura.

Lascia un commento