I 15 lavori più richiesti in Italia durante la pandemia

Tea Maistro

Quali sono i lavori maggiormente ricercati in Italia durante l’emergenza sanitaria?
Secondo la ricerca Jobs on the Rise 2021 Italia condotta dal social network LinkedIn, sono 15 i lavori più richiesti in Italia durante la pandemia.

Si tratta di profili lavorativi tra loro molto diversi, sia per ambito occupazionale sia per livello di qualificazione necessaria.  
La ricerca è stata condotta tra aprile e dicembre 2020, pertanto risente degli effetti della pandemia nel mercato del lavoro.
Oltre a descrivere quali siano le occupazioni più ricercate, l’indagine indica in quali città si trovino le maggiori opportunità lavorative, a seconda delle categorie indicate. L’obiettivo è quello di aiutare i datori di lavoro ad assumere manodopera qualificata e le persone disoccupate a trovare un impiego.

Ecco i 15 lavori più richiesti.

Istruzione

Con l’arrivo della pandemia, eventuali assenze degli insegnanti più vulnerabili e fragili sono state coperte grazie all’assunzione di nuovi docenti. Ciò ha causato un incremento delle assunzioni pari al 93% nel settore dell’istruzione.

LinkedIn, in particolare, ha rilevato elevate assunzioni di insegnati di sostengo.

Medici specializzati

La pandemia ha rivelato notevoli carenze di personale nel settore sanitario. Per questo motivo due figure attualmente molto richieste dal mercato del lavoro sono i medici e gli infermieri. Per questi mestieri si è assistito a un aumento delle assunzioni pari al 72%.

Esperti di digital marketing

A causa della chiusura dei negozi avvenuta in maniera discontinua da marzo 2020, molti negozianti e imprenditori hanno investito nell’e-commerce. Per questo motivo è aumentata fortemente la domanda di esperti di contenuti digitali quali social media manager e esperti di digital marketing.

Servizi creativi

Può sembrare paradossale l’aumento della domanda di addetti ai servizi creativi dal momento che il settore culturale ha molto subito la crisi da Covid-19. Tuttavia, molte aziende si sono rivolte a freelance del mondo creativo, da scrittori ad addetti al montaggi video. L’obiettivo era quello di garantire prodotti di elevata qualità anche attraverso il commercio online.

Supporto clienti

Le limitazioni imposte dal lockdown hanno fatto sì che le aziende escogitassero nuovi modi per offrire i propri servizi ai clienti. A tal proposito è aumentato del 96% il numero di assunzioni per la mansione di supporto cliente, quali operatori di call center o addetti al servizio clienti. Secondo le indagini, la maggior parte delle nuove assunte in questo settore sono donne.

Supporto tecnologico

L’incremento di assunzioni nel settore della tecnologia è dovuto sia agli effetti della pandemia, sia al percorso di digitalizzazione intrapreso dalle aziende. Già prima della pandemia, infatti, molte aziende avevano cominciato a intraprendere percorsi di digitalizzazione dei propri dipendenti. Sono state assunte molte figure in grado di assistere le aziende durante il processo di transizione tecnologica.

Settore assicurativo

A causa dell’incertezza provocata dalla pandemia, molte persone hanno deciso di stipulare polizze sulla vita, sulla salute e sul reddito. Sono così aumentate le richieste di consulenti assicurativi e agenti assicurativi.

Settore farmaceutico e della ricerca

Sono state spese molte energie, negli ultimi mesi, per creare, produrre e distribuire il vaccino contro il Covid-19. Per raggiungere questo obiettivo, molte persone sono state assunte per svolgere mansioni di ricerca. Le Università sono particolarmente interessate a questo settore.

Personale sanitario

A causa della pandemia le principali assunzioni degli ultimi mesi riguardino il personale sanitario.

Si è assistito a un aumento delle assunzioni pari al 158%, avvenute principalmente nel Nord Italia.

E-commerce

Con l’aumento degli investimenti nell’e-commerce da parte delle aziende, vi è stata anche un’impennata di richieste di assunzione per il settore dei professionisti dell’e-commerce, tra cui addetti alla logistica ed esperti di marketing online per far giungere i prodotti nelle mani dei clienti.

Gli incrementi, per questa categoria, sono pari al 51%.

Freelance esperti di contenuti digitali

Siccome molti uffici sono chiusi nei periodi di lockdown, in molti si sono rivolti a freelance di vario genere, in modo da raggiungere il pubblico in un modo differente e più digital rispetto a quello tradizionale. Sono aumentate così le assunzioni di podcaster e blogger addetti alla promozione dei prodotti.

Settore immobiliare

Può sembrare paradossale che un impiego nel settore immobiliare costituisca uno dei 15 lavori più richiesti nel 2020, dato che si è trattato di un anno in cui gli spostamenti sono stati molto limitati.

Invece, la necessità di possedere una zona adibita a ufficio nella propria abitazione o un balcone per respirare dell’aria fresca, ha fatto sì che si sia registrato un incremento del 64%.

Settore finanziario

 Il 2020 è stato un anno complesso dal punto di vista economico. Molte persone e famiglie hanno infatti richiesto prestiti e consulenze finanziarie. Sono così andate aumentando le assunzioni di esperti finanziari, tra cui contabili e gestori di investimenti.

Notizie e giornalismo

A causa dell’elevata quantità di tempo libero e della confusione generata dalla pandemia, è aumentato l’utilizzo dei media.

Di conseguenza, è cresciuta la richiesta di esperti del settore televisivo e del giornalismo, per la creazione di contenuti multimediali e informativi.

Sviluppo aziendale

Durante la pandemia le transazioni digitali sono crescite molto. Le aziende stanno cercando di stare al passo con tali cambiamenti e, per questo motivo, stanno assumendo persone competenti in grado di sostenerli nei processi di sviluppo aziendale.


Lascia un commento