I giovani andranno in pensione a 71 anni

Manlio Adone Pistolesi

Pensione a 71 anni. Questo quanto ha previsto il report biennale “Pensions at a glance 2021” dell’OCSE. I giovani che sono appena entrati o entreranno nel mondo del lavoro nei prossimi anni potranno ritirarsi circa 10 anni dopo gli attuali pensionati, secondo le normative vigenti.

Infatti, tra le cause dell’aumento dell’età pensionabile rientrano vari fattori: dal sistema pensionistico italiano alle più recenti riforme come Quota 100.

Età per la pensione, le cause

Innanzitutto, tra i dati che l’OCSE riporta vi è il tasso di fecondità nei vari Paesi dal 1960 fino alle previsioni per il 2060. L’Italia nel 1960 aveva un tasso di fecondità del 2.29, ovvero in media una donna concepiva più di due bambini. Se si supera il valore medio 2 la popolazione aumenterà. Negli anni il nostro Paese ha visto diminuire costantemente il proprio tasso: 1,89 (1980); 1,22 (2000). Invece nel 2020 c’è stato un leggero rialzo (1,33) e nei prossimi decenni è previsto un relativo aumento (1,42 nel 2040; 1,53 nel 2060).

Inoltre, negli anni è aumentata anche l’aspettativa di vita, arrivando agli attuali 81 anni per gli uomini e 85 per le donne. Ciò si lega a quanto previsto dal nostro sistema pensionistico:

L’Italia figura tra i sette Paesi dell’OCSE che collegano l’età pensionabile prevista per legge alla speranza di vita

Sole24Ore

L’aspettativa di vita all’uscita dal mondo del lavoro (remaining life expectancy at average labour market exit age) oggi si attesta a 22 anni per gli uomini e 26 per le donne. 

Nel frattempo l’Italia, insieme ad altri Paesi come Danimarca, Irlanda e Lituania, ha introdotto “early retirement options” (da noi la famosa Quota 100). 

Perciò, l’età “normale”  per la pensione nei Paesi dell’OCSE si alzerà in media di 2 anni nei prossimi decenni mentre l’aspettativa di vita salirà di altri 4 anni. In Italia i giovani che hanno appena iniziato a lavorare o  inizieranno a lavorare nei prossimi anni raggiungeranno l’età per la pensione a circa 69 anni o più (“the future normal retirement age is 69 years or more in Denmark, Estonia, Italy and Netherlands”). 

Lascia un commento