Just Eat rivela i gusti degli universitari italiani

Greta Tesini

Pizza, sushi, o gelato? Se vi siete mai chiesti quali siano i comfort food più amati dagli universitari italiani, Just Eat ha finalmente le risposte che stavate cercando.

In occasione della Giornata Internazionale degli studenti, l’App di food delivery più utilizzata al mondo ha pubblicato i dati raccolti nel corso del 2020. Questi svelano come si siano trasformati i gusti, le abitudini e le preferenze culinarie degli studenti durante questi mesi di lezioni online.
Complici la solitudine e la voglia di coccolarsi, secondo l’Osservatorio di Just Eat, durante il lockdown la passione degli universitari per il food delivery non si è solo confermata, ma è addirittura aumentata sia per frequenza di ordini, sia per numero di nuove iscrizioni. Il 12% degli studenti ha infatti dichiarato di aver utilizzato l’App per la prima volta durante questo periodo.

Le facoltà per Just eat

Ma quali sono gli studenti più appassionati di food delivery?
Il podio se lo aggiudicano, nell’ordine, gli studenti di Informatica (campioni di street food e kebab), di Medicina (23%) e d’Ingegneria (21%) che assicurano una frequenza di ordini settimanale.
A seguire vediamo gli studenti di Management, quelli di Psicologia ed Economia e infine gli studenti di Chimica, che non rinunciano ad almeno un appuntamento mensile con il loro piatto preferito.
Il premio per il maggior numero di spuntini notturni, invece, va ai futuri architetti, designer e informatici, che amano affrontare le nottate volte al termine dei loro progetti con la pancia piena.

La ricerca evidenzia inoltre come la maggior parte degli ordini provengano da studentesse (54%) e da ragazzi residenti principalmente nel Nord Italia (51%).

La conferma della pizza

Sul comfort food per eccellenza non c’è dubbio: da bravi italiani, la pizza rimane l’indiscussa prima scelta di food delivery tra gli studenti.
Si confermano tra i preferiti anche hamburger (i preferiti dei ragazzi) e sushi (più amato dalle ragazze) e solo a seguire kebab, cibo cinese e il gelato (la coccola dolce preferita da medici e architetti).
Il piatto rivelazione di quest’anno è però sicuramente il pokè, scelto dagli studenti che vogliono mangiare in modo gustoso ma allo stesso tempo salutare.

Tecnologia alleata

Quest’anno più che mai, il food delivery si riconferma il mezzo perfetto per conciliare studio, svago e per rallegrare una nuova quotidianità, tanto che l’App Just Eat ha avuto un incremento di utilizzo pari al 75% del totale.

La tecnologia, insomma, sembra essere diventata il vero alleato degli universitari anche in fatto di cibo.
Chi per premiarsi alla fine della sessione, chi per evitare di mettersi ai fornelli, chi per prendersi una pausa dai libri, alla fine tutti sembrano amare il cibo a domicilio.

Lascia un commento