La Sapienza e l’Obiettivo 5 sulla parità di genere

Maria Laura Campolo

La Sapienza porta concretamente avanti il percorso per l’effettivo raggiungimento dell’uguaglianza di genere con una serie di appuntamenti. Tra questi compare Obiettivo 5, un campus di formazione sulla parità di genere dalla durata di tre giorni.

Sapienza: verso l’uguaglianza di genere

Seppur il percorso verso l’effettiva uguaglianza di genere sia tutto in salita, i buoni propositi e le iniziative non mancano, soprattutto nelle Università europee. L’impegno della Sapienza nella lotta alla disuguaglianza di genere è continuo e costante. Il primo passo compiuto è stata l’approvazione del Piano dell’uguaglianza di genere, “un documento progettuale e programmatico che si propone di valorizzare la piena partecipazione di tutte le persone alla vita dell’Ateneo”. In modo tale dafavorire la cultura del rispetto, il contrasto alle discriminazioni di genere e la promozione dell’effettiva uguaglianza di genere” lungo l’arco temporale del triennio 2022-2024.

Oltre al Piano per l’uguaglianza di genere, l’ateneo ha istituito la figura della Consigliera di Fiducia e un nuovo Codice di Condotta nella lotta contro le molestie sessuali. A queste si aggiunge Obiettivo 5, titolo mutuato dall’obiettivo 5 presente nell’Agenda ONU 2030. Che cos’è Obiettivo 5? Si tratta di un campus di formazione sulla parità di genere che avrà la durata di tre giorni, di cui due nelle sedi dell’ateneo romano. Infatti, la giornata inaugurale avrà luogo al MAXXI il 10 marzo per poi proseguire alla Sapienza.

Il programma è ricco di eventi. Sapienza non è sola, infatti l’evento vedrà la partecipazione di Corriere della Sera con iO Donna, la 27esimaOra e il media civico Le Contemporane. Questa prima edizione propone workshop, inchieste, dibattiti e incontri one-to-one, live e in streaming dedicati all’empowerment femminile e al mondo del lavoro, offrendo a studentesse e a studenti e più in generale a tutti i partecipanti le soft skills necessarie per affrontare un mercato del lavoro sempre più difficile e competitivo. Alle studentesse ed agli studenti Sapienza saranno riconosciuti 2 CFU. La partecipazione a Obiettivo 5 è libera, previa prenotazione e fino ad esaurimento posti.

Lascia un commento