Le nuove facoltà del 2022 sono più digitali e green

Karoline Gapit

Sono stati approvati dal Consiglio universitario nazionale (Cun) e inviati all’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario (Anvur) per il via libera definitivo del ministero dell’Università ben 188 nuovi percorsi di laurea. Si trattano principalmente di facoltà strettamente legate al mondo dell’ambiente, della sostenibilità e del digitale.

Le facoltà e le modalità di lezione

Sono dunque 188 le facoltà approvate dal Cun e passate al vaglio dell’Anvur e del Ministero dell’Università e della ricerca (Mur). In particolare, ci saranno 71 lauree triennali, 102 magistrali o a ciclo unico e 15 professionalizzanti. Nonostante i difficili anni tra didattica a distanza e/o mista in presenza, nelle proposte vi è una maggiore propensione all’erogazione “convenzionale”. La maggior parte degli studenti preferisce infatti seguire le lezioni interamente in aula o al massimo un 10% di attività didattiche online. In altre 21 facoltà, alcuni atenei hanno scelto la modalità “mista” (dove il massimo delle lezioni seguite online non può superare i due terzi di un intero corso). Infine, vi saranno tre nuove facoltà interamente a distanza.

I percorsi di laurea più scelti

La maggior parte delle 188 nuove facoltà si concentra sulla transizione ecologica e digitale. Le lauree brevi riguardano infatti l’Economia sostenibile per le sfide sociali, Biologia della salute umana e ambientale o Ingegneria dell’energia elettrica per lo sviluppo sostenibile. Per quanto riguarda le lauree magistrali, vi sono le facoltà in Ospitalità per lo sviluppo turistico sostenibile, Economia, finanza e sostenibilità o Sostenibilità trasformativa.

Per quello che concerne il mondo digitale, l’intelligenza artificiale è oggetto di 8 proposte di attivazione e ben 13 in data science e corsi equivalenti.

Le facoltà professionalizzanti

Come menzionato, ci sono ben 15 lauree professionalizzanti, di cui 11 sono nuovi corsi e le restanti 4 delle risistemazioni. Per esempio, sono presenti 2 nuove richieste nella classica Scienze della formazione primaria e ulteriori 2 proposte introdotte in Metodologie e innovazione didattica per le Biogeoscienze e per la chimica o in Psicologia scolastica.

Lascia un commento