Patch Adams: l’ispirazione di questo mese

Sofia Gigliotti

Hunter Doherty “Patch” Adams nasce a Washington nel 1945. E’ un medico, attivista, scrittore e fondatore della clownterapia.

È tutt’oggi un personaggio di grande ispirazione per l’amore che ha sin da subito mostrato verso i pazienti e il loro sorriso in un periodo in cui la medicina era una disciplina meccanica, basata sull’elencare i sintomi, trovare una cura e prescrivere i farmaci. Per Adams fare il medico voleva dire supportare i propri pazienti in quanto persone, non in quanto casi clinici da curare.

Il suo percorso cominciò dopo la morte del padre e dello zio. Infatti, appena pensò al suicidio, decise di farsi ricoverare in un ospedale psichiatrico. Qui scoprì la sua vocazione nel voler migliorare la vita delle persone.

Proprio nel reparto psichiatrico un altro paziente lo chiamò Patch, dopo che lui aveva rattoppato un buco sul bicchiere: soprannome che lo accompagnerà per tutta la vita.

Patch Adams: uno studente eccentrico

Patch decise di frequentare l’Università di medicina, ma scoprì che gli studenti non sarebbero entrati in ospedale prima del terzo anno. Infatti per lui non era importante conoscere i meccanismi del corpo umano. Era soprattutto necessario entrare in contatto con i pazienti, scoprire quell’umanità di cui tutti avevano paura. Per lui il transfer era inevitabile, e non bisognava rinnegarlo e allontanarsi dal paziente solo per paura che accadesse.

Dal primo anno si intrufolò quindi in ospedale, parlò con pazienti e infermieri, si vestì in modo eccentrico e scherzò nei reparti ospedalieri per regalare un sorriso. Venne così minacciato di espulsione perché non rispettava il regolamento, e in presenza della commissione esaminatrice pronunciò un discorso memorabile riportato nel film “Patch Adams” del 1998.

Il Gesundheit! Institute

Nel 1971 Patch si laureò e cominciò a lavorare al suo progetto. Iniziò ad aprire la sua casa ai pazienti, per offrire cure gratuite a chi ne aveva bisogno, aiutato da alcuni volontari. Fondò infine il Gesundheit! Institute in Virginia, una clinica gratuita basata sul divertimento e sull’amicizia.

Lo scopo era quello di insegnare come l’healthcare fosse basato sulla compassione e sul servizio verso i sofferenti, e non sul business. Ciò lo portò a trasformare in un gioco la cura, in modo tale da portare beneficio a chi aiuta e a chi viene aiutato. Per Patch questa trasformazione si può raggiungere attraverso la clownterapia.

Lascia un commento