Politecnico di Milano: primo per occupabilità

Manlio Adone Pistolesi

Il Politecnico di Milano conferma la propria eccellenza con un nuovo primato: primo in Italia per occupabilità. Infatti, la classifica QS Graduate Employability Rankings colloca al 43esimo posto l’Ateneo milanese, ben distaccato dalle altre Università italiane. Lo strumento indica la capacità di ogni singola Università di offrire occupazione ai suoi studenti.

I criteri

Per stilare la classifica la Quacquarelli Symonds(QS) ha utilizzato cinque indicatori:

  • Employer Reputation, ha un peso del 30% e si basa su più di 75.000 questionari. I datori di lavoro riportano quali sono le Università dalle quali hanno assunto i laureati più competenti;
  • Alumni outcomes, 25%, QS ha analizzato più di 40.000 profili per stabilire quali Atenei istruiscano gli studenti più creativi e innovativi. In particolare, gli undergraduate degree hanno un peso maggiore rispetto a un percorso formativo completo, questo perché per QS i primi anni di formazione ad alto livello sono più importanti del percorso completo;
  • Parternships with Employers per Faculty, (25%). L’indicatore stabilisce quali Università realizzino ricerche di rilievo e considera il rapporto tra collaborazioni e occupazione;
  • Employer/Student Connections (10%), indica il rapporto tra datori di lavoro e studenti nell’ultimo anno con relative proposte occupazionali;
  • Graduate employment rate, (10%). Misura la proporzione di laureati che lavora entro un anno (full e part time).

Gli USA dominano le prime tre posizioni con il MIT, Stanford University e UCLA, mentre Oxford e Cambridge solo settima e undicesima.

Il Politecnico di Milano e le altre Università italiane

Il Politecnico di Milano si posiziona al 43esimo posto nel mondo per occupabilità con un punteggio di 73,8. Inoltre, in Europa rientra nella top ten collocandosi nono. Però nella classifica elaborata da QS trovano posto anche altri Atenei italiani. Infatti, l’Università di Bologna il 97esimo posto con 58,2 punti. Invece, l’Università Sapienza di Roma è 120esima

Il Politecnico di Torino si colloca tra la 121esima e la 130esima posizione, l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano nella forbice tra 141esima e 150esima posizione.

Infine, l’Università degli Studi di Padova chiude la classifica delle migliori Università italiane nella fascia 161-170.

Lascia un commento