Presidente USA: Cosa studiare per diventarlo

Giorgia Fossati

La Costituzione degli Stati Uniti d’America stabilisce i requisiti per accedere alla presidenza.
Il Presidente deve:

  • essere cittadino degli Stati Uniti dalla nascita
  • avere almeno trentacinque anni
  • risiedere negli Stati Uniti da almeno quattordici anni

Nessuna menzione riguardo la necessità di possedere un particolare titolo di studio.
La storia statunitense racchiude però numerose curiosità sui percorsi di studio dei vari Presidenti.

I primi Presidenti

Il primo Presidente degli Stati Uniti, George Washington, mostra interesse fin da giovane per le materie scientifiche. Intraprende gli studi per diventare geometra. Lavora come agrimensore per un certo periodo.
Thomas Jefferson, terzo Presidente, fonda l’Università di Virginia. Da giovane studia filosofia, matematica e francese. Con la laurea in Giurisprudenza diventa avvocato.
Fu anche architetto e un ottimo violinista.

Lincoln, topografo Presidente

Abraham Lincoln, 16esimo Presidente degli Stati Uniti, svolse diversi mestieri.
Fu oste, commerciante, postino, geometra-topografo e, ovviamente, Presidente.
La sua carriera da topografo durò poco. I suoi strumenti si possono ammirare al Lincoln New Salem Historic Site, in Illinois.
Da autodidatta, Lincoln divenne un famoso avvocato.

Wilson, il rettore

Wilson, 28esimo Presidente degli Stati Uniti, Premio Nobel per la Pace nel 1919, fonda la Società delle Nazioni nello stesso anno.
Durante gli studi frequenta il Davidson College per un anno.
Nel 1890 diventa professore di diritto ed economia politica a Princeton, Università della quale è preside dodici anni dopo.

Clinton, amore in biblioteca

Bill Clinton studia alla Georgetown University a Washington grazie alle borse di studio.
Nel 1968 si laurea in Diplomazia, segue poi gli studi ad Oxford. Anche qui grazie a una borsa di studio. Ad Oxford Clinton studia Filosofia, Politica ed Economia. Non finisce però gli studi perché si trasferisce a Yale, dove si laurea in Giurisprudenza. Nel 1971 incontra in biblioteca Hillary, anche lei studentessa di legge.
Dopo Yale Clinton divenne professore di legge all’Università di Arkansas.

Obama, avvocato professore

Barack Obama si è laureato in scienze politiche alla Columbia University. Continua poi gli studi alla Harvard Law School. Ad Harvard è la prima persona di colore a dirigere la rivista Harvard Law Review.  
Lavora per un po’ come avvocato per i diritti civili e insegna fino al 2004 diritto costituzionale all’Università di Chicago.

The Donald, l’imprenditore

Donald Trump, 45esimo Presidente degli Stati Uniti d’America, è famoso per essere un imprenditore di successo.
Dopo la laurea in economia, Trump diventa amministratore della Elizabeth Trump & Son, rinominata Trump Organization.
Nella classifica Forbes del 2016 è in 324ª posizione fra gli uomini più ricchi al mondo.

Biden, il “copione

Joe Biden è ufficialmente il 46esimo Presidente eletto degli Stati Uniti d’America. La storia personale di Biden è particolare. Balbuziente da giovane, sono diverse le tragedie che lo riguardano: la morte della moglie, della figlia più piccola e la perdita del figlio Beau per un tumore al cervello.
Una curiosità sul nuovo Presidente eletto è che ha studiato Giurisprudenza a Syracuse, dichiarando però che fosse “la cosa più noiosa del mondo”. Fu inoltre accusato di aver copiato parte di un saggio in un esame.
Anche nel 1988, quando si candidò per la prima volta come Presidente, fu accusato di aver plagiato un discorso di Neil Kinnock, leader del partito labourista britannico.

Lascia un commento