La storia della prima Direttrice Generale donna del CERN: Fabiola Gianotti

Chiara Varricchio

Domande immense richiedono strumenti immensi. Questa frase sintetizza la storia della prima Direttrice Generale donna del CERN di Ginevra (Organizzazione europea per la ricerca nucleare): la fisica italiana Fabiola Gianotti. Il liceo classico, la laurea in fisica, la scoperta da Nobel e la direzione del CERN. Gianotti ha davvero qualcosa da insegnare.

Da Roma al CERN

Fabiola Gianotti nasce a Roma il 9 ottobre 1960. All’età di sei anni si trasferisce a Milano con il papà Agostino (geologo) e la mamma Maria (filologa romanza) e il fratello Claudio. Dopo il liceo classico dalle suore orsoline e il diploma di pianoforte al Conservatorio, la sua passione per le materie scientifiche prende forma all’Università degli Studi di Milano. La scelta di conseguire la laurea in fisica presso nasce dalla curiosità di “scoprire come sono fatte le cose”. Secondo la sua visione 

La conoscenza è connaturata allo spirito umano, come la bellezza di un’opera d’arte. Fa parte di noi porci delle domande, cercare le risposte e condividerle con gli altri

Iintervista per Repubblica

Spinta dalla fame di conoscenza, consegue il dottorato di ricerca in fisica subnucleare, vincendo una borsa di studio biennale bandita dal CERN di Ginevra. Questa esperienza è il punto di svolta: viene assunta come ricercatrice del Dipartimento di fisica. Nel 2014 viene nominata Direttrice Generale dell’Organizzazione Europea per la ricerca nucleare (CERN): la prima donna a ricoprire un simile incarico.

I successi di Fabiola Giannotti

Nel febbraio del 1992 ha partecipato all’esperimento ATLAS, che si avvale della collaborazione di oltre 3.000 studiosi ed è considerato il più grande esperimento scientifico mai realizzato. Questo esperimento è noto per aver fornito i dati che portarono alla scoperta da Nobel del bosone di Higgs.

Il bosone di Higgs è una particella molto speciale: potrebbe essere una porta verso una nuova fisica. In questo momento così entusiasmante per la fisica, essere a capo del CERN è un lavoro bellissimo […] una collaborazione internazionale fatta di ricercatori di tutto il mondo, all’insegna della pace

Intervista per Ansa

Nel 2012 il settimanale Time le ha dedicato la copertina. L’ha inoltre inserita come quinta in classifica nella lista Personality of the year. Nel 2017 è entrata a far parte della Top 100 delle donne più potenti al mondo stilata da Forbes.

Oltre al primato di essere la prima donna Direttrice del CERN, ora, con un mandato che durerà fino al 2025, è il primo direttore della storia in assoluto a vedere rinnovato il suo mandato.

Un mondo STEM più inclusivo

La storia di Fabiola Giannotti è un chiaro esempio di determinazione, passione e curiosità. Sempre più donne scelgono di intraprendere un percorso di studi nelle discipline STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) e poter vedere Fabiola Giannotti o Amalia Ercoli Finzi è d’ispirazione per le giovani ragazze.

Lascia un commento