Residenza della Bicocca chiusa, studenti ignari di tutto

Manlio Adone Pistolesi

Non basta il COVID a rendere complicato il nuovo anno accademico degli universitari, ma si aggiunge anche la chiusura di una residenza della Bicocca. Questo hanno scoperto alcuni studenti e inquilini della residenza U62 a Cinisello Balsamo, rientrati il primo settembre.

Il caso

La residenza della Bicocca si trova in via Carlo Martinelli 44, nel vicino comune dell’hinterland milanese. Alcuni studenti, rientrati in città dopo il periodo estivo, non sono potuti rientrare nel proprio alloggio poiché la struttura era chiusa. La società che gestisce lo stabile per conto dell’UniMib, Sodexo, contattata dai residenti ha ribadito la chiusura e il trasferimento degli studenti in altre due residenze della Bicocca: U12 e U92. Inoltre, gli universitari non sono potuti rientrare anche solo per riappropriarsi dei propri effetti personali lasciati nella struttura. 

Davide Bertini, rappresentante della residenza della Bicocca U62, ha contattato vari uffici dell’Università milanese tra cui i Servizi utenza e persino il rettorato. Eppure nessuno ha affermato di essere a conoscenza della disposizione di Sodexo, mentre Università e società si rimpallano le responsabilità.

L’intervento dei rappresentanti

Residenza della Bicocca
Il rappresentante Aldo de Santis

Raggiunto telefonicamente Aldo De Santis, membro del Consiglio degli studenti e capogruppo di Liste di sinistra, ha fatto chiarezza sulla situazione. Infatti, ha spiegato come la struttura di Cinisello sia stata chiusa per ristrutturazioni di cui i rappresentanti erano stati informati genericamente e non sull’edificio in questione. In più la Bicocca aveva chiesto agli inquilini se anche a settembre sarebbero stati presenti nei loro alloggi, da liberare solo a ottobre. Tutti avevano confermato la propria presenza. Ma l’Ateneo, in particolare il delegato della rettrice per i Rapporti con gli studenti, non aveva comunicato la messa in atto delle opere. Così un errore di comunicazione interno all’Università ha causato i disagi agli studenti.

Inoltre, appena presentatosi il problema sono stati gli stessi studenti e rappresentanti a richiedere informazioni alla Bicocca. I residenti hanno denunciato anche problemi di carattere igienico nelle stanze di U12 e U92 che sono stati prontamente risolti. Infine, hanno ottenuto la garanzia che gli ex residenti a Cinisello possano usufruire dei nuovi alloggi per tutto settembre. Resta da chiarire se U62 verrà conteggiata nei nuovi bandi per gli alloggi, dato che i lavori si protrarranno fino a fine I semestre.

Da oggi gli studenti hanno iniziato a riappropriarsi dei propri effetti personali. I rappresentanti si augurano che simili accadimenti non si ripetano, migliorando la comunicazione interna in Ateneo, pur apprezzando la presa d’atto dell’amministrazione della grave mancanza verificatasi.

Lascia un commento

Scarica orala nostra Guida