Votanti fuori sede, le agevolazioni per ridurre l’astensionismo involontario

Giorgia Fontana

25 settembre 2022: i cittadini italiani saranno chiamati al voto per eleggere il nuovo Parlamento italiano. Non tutti però potranno usufruire del diritto di esprimere la propria opinione. A differenza di chi non vuole votare perché disilluso, c’è chi rientrerà nell’astensionismo involontario.

L’astensionismo involontario: un problema per 4,9 milioni di Italiani

Si parla di astensionismo involontario ed è un fenomeno che coinvolge un’importante fetta della popolazione italiana. Studenti e lavoratori fuori sede ne sono i protagonisti: saranno loro che, a causa della distanza che li separa dalla propria residenza, non potranno recarsi ai seggi.

Le percentuali dei cittadini che rischiano l’astensionismo

Molti Italiani infatti non avranno modo di fare ritorno al proprio comune per votare. Il Dipartimento per i Rapporti con il Parlamento stima che all’incirca il 38% dei cittadini italiani studiano o lavorano fuori dal proprio comune di residenza. Il 15% di loro impiegherebbe ben 8 ore per farvi ritorno, mentre il 14% addirittura 12 ore.

In considerazione di tali numeri si è sentita già in passato la necessità di trovare mezzi alternativi per ridurre l’astensionismo involontario e permettere a più cittadini di votare.

Ciononostante, esistono diverse compagnie di trasporto pubblico che si sono attivate per agevolare economicamente i cittadini fuori sede che devono raggiungere la propria residenza.

Trenitalia

I biglietti per gli spostamenti nei giorni delle votazioni avranno notevoli sconti. 70% in meno per i treni Frecciarossa, Frecciaargento, Frecciabianca, Intercity e IntercityNotte. Il costo dei treni regionali, invece, avrà una riduzione del 60% del costo. L’acquisto delle corse potrà essere normalmente effettuato sull’app o sul sito Trenitalia.com. In alternativa, saranno acquistabili nelle biglietterie o nelle agenzie di viaggio autorizzate.

Lo sconto potrà essere applicato solo previa presentazione di un documento in corso di validità e della tessera elettorale alla biglietteria o sul treno. Qualora si dovesse trattare del viaggio di ritorno, sarà necessario esibire la tessera elettorale con il timbro del seggio in cui è avvenuta la votazione. In mancanza della tessera elettorale all’andata (nel caso in cui, per esempio, sia rimasta all’indirizzo di residenza) sarà sufficiente compilare la dichiarazione sostitutiva sul sito.

Il viaggio di andata potrà essere effettuato fino a 10 giorni prima del giorno delle elezioni. Quello di ritorno, similmente, potrà essere prenotato fino alla mezzanotte del decimo giorno dopo le elezioni.

Italo

La riduzione effettuata dalla compagnia Italo sarà del 60% sui biglietti di andata e di ritorno. La tariffa a cui sono riferiti è Flex o Economy, in ambienti Smart e Comfort. Il sito Italo permetterà di seguire la procedura guidata e ottenere lo sconto sul proprio biglietto. A differenza di Trenitalia, bisognerà esibire la tessera elettorale timbrata solamente durante il viaggio di ritorno. 

L’andata dovrà essere effettuata tra il 16 e il 25 settembre, il ritorno tra il 25 e il 5 ottobre.

Compagnia Italiana di Navigazione S.p.A. 

Si prevede una riduzione del 60% sul costo del biglietto ordinario. Tale agevolazione riguarderà le tratte da e per la Sicilia, la Sardegna e le Isole Tremiti.

Le tempistiche sono simili a quelle di Trenitalia: gli spostamenti potranno avvenire 10 giorni prima e dopo la votazione. Sarà necessario anche in questo caso mostrare all’occorrenza la tessera elettorale timbrata.

Grimaldi Lines

anche la compagnia privata di traghetti applicherà una riduzione di tariffa del 60% su determinate tratte: Napoli-Cagliari, Palermo-Cagliari, Civitavecchia-Cagliari e Civitavecchia-Arbatax.

ItaAirways

Se il biglietto di andata e ritorno ha un valore superiore a 41€, i votanti fuori sede avranno diritto ad un’agevolazione pari a 40€. Basterà richiederla sulla pagina dedicata all’interno del sito della compagnia aerea. 

Per poter usufruire dell’agevolazione, sarà necessario esibire la tessera elettorale all’andata, mentre al ritorno sarà necessario anche il timbro del seggio.

La partenza dovrà avvenire tra il 22 e il 25 settembre, mentre il ritorno tra il 25 e il 28 settembre 2022. Lo sconto non è cumulabile, e non è previsto per le tratte Roma-Cagliari, Roma-Alghero, Roma-Olbia, Milano-Cagliari, Milano-Alghero e Milano-Olbia.

Lascia un commento