Sapienza al primo posto in Italia per l’energia pulita

Karoline Gapit

La classifica del Impact Rakings, stilata dal Times Higher Education, ha collato La Sapienza in prima posizione nazionale per l’Obiettivo Energia pulita e sostenibile. La graduatoria è una valutazione di tutte le attività messe in atto dalle Università mondiali nel raggiungere i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda Onu 2030

Cosa significa?

La Sapienza è tra le prime 5 Università a livello nazionale, alle spalle dell’Università di Bologna e dell’Aquila, aggiudicandosi un punteggio di 76,6. A livello mondale, invece, la classifica la posiziona nella fascia 101-200.

I punti vengono assegnati calcolando i traguardi raggiunti nell’Obiettivo 17. In più vengono aggiunti i 3 migliori risultati negli altri Goals. E su questo la Sapienza è riuscita ad avere il massimo punteggio. Tutto questo grazie all’obiettivo raggiunto per lavoro dignitoso e crescita economica, imprese, innovazione e infrastrutture e ridurre le disuguaglianze. 

La Sapienza e le Nazioni Unite

La Sapienza è stata, sin da sempre, attenta e predisposta a orientare le sue iniziative verso l’idea di sviluppo. Infatti, partecipa alla RUS ( Rete delle Università per lo sviluppo sostenibile) con lo scopo di orientare le proprie attività istituzionali verso la sostenibilità integrata agli obiettivi istituzionali della Rete. In relazione agli obiettivi dell’Onu, La Sapienza per la prima volta compare nel the Impact Rankings ottenendo ottimi risultati. L’Agenda Onu si concentra su ambiti come sviluppo sociale ed economico con l’obiettivo di condividere più consapevolezza su larga scala e in tutto il mondo. 

Lascia un commento

Scarica orala nostra Guida