La Sapienza: tamponi molecolari gratuiti agli studenti

Maria Laura Campolo

All’Università La Sapienza di Roma si effettuano tamponi molecolari gratuiti agli studenti. L’iniziativa è rivolta a tutti gli iscritti dei corsi di studio Sapienza, tranne i corsi di formazione e alta formazione. Il progetto è realizzato grazie alla collaborazione con la Regione Lazio e l’Azienda Policlinico Umberto I.

I tamponi vengono effettuati dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16:30 su base volontaria e previa prenotazione. Il punto sanitario è stato installato accanto al Palazzo del Rettorato. Verranno effettuati da parte del personale sanitario con il supporto degli studenti tirocinanti delle professioni sanitarie. Gli studenti avranno il risultato entro 24-36h dal prelievo.

All’inaugurazione del punto sanitario, tenutasi nella giornata di ieri, erano presenti i protagonisti che hanno permesso questo progetto. In primis la Rettrice Antonella Polimeni, l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessia D’Amato e il direttore generale del Policlinico Umberto I Fabrizio d’Alba. La prima giornata di screening ha avuto sicuramente un gran successo. Centinaia di studenti si sono messi in fila sin dalle prime ore del mattino per attendere il tampone. In questo modo gli studenti si sentiranno più sicuri e avranno meno timore a tornare in aula.

L’appello della Rettrice

Antonella Polimeni, prima donna Rettrice dell’Università, si dimostra entusiasta e fiduciosa nel progetto. La Rettrice ha rivolto un appello agli studenti e alle studentesse incoraggiandoli a farsi portavoce di una campagna di sensibilizzazione. E li invita a seguire in maniera zelante tutte le pratiche di contrasto alla diffusione del virus. L’obiettivo è giungere a una nuova normalità per arrivare a una totale copertura vaccinale, cui obiettivo non sembra così vicino.
Infine, la Rettrice ha sottolineato che sono stati calendarizzati già 300 tamponi.

Con questa campagna vaccinale, l’Università di Roma diventa un modello da seguire, anche grazie alla modalità mista e lezioni in presenza più sicure grazie ai tamponi.

Lascia un commento