Stage ad Amsterdam all’Agenzia Europea dei Medicinali

Elena Rosa

L’Agenzia Europea dei medicinali (EMA) è alla ricerca di nuove figure da inserire all’interno del programma di stage retribuiti con sede ad Amsterdam. Il programma consente ai tirocinanti di conoscere l’EMA, il suo ruolo sul territorio Europeo e la regolamentazione dei medicinali. Il termine per l’invio delle candidature è fissato entro il 19 giugno 2022.

L’Agenzia Europea dei medicinali

L’EMA è stata istituita nel 1995 con l’obiettivo di armonizzare le attività degli organismi nazionali di regolamentazione dei medicinali. Con il passare del tempo il suo mandato si è ampliato, andando a ricoprire più categorie di medicinali e pazienti.

Ad oggi, l’Agenzia ha sede ad Amsterdam e ha come compito principale quello di tutelare e promuovere la salute di cittadini e animali attraverso il controllo dei farmaci. Inoltre, si occupa di:

  • Facilitare lo sviluppo e l’accesso ai medicinali;
  • Valutare le domande di autorizzazione all’immissione in commercio;
  • Monitorare la sicurezza dei medicinali durante l’intero ciclo di vita;
  • Fornire informazioni affidabili sui medicinali per uso umano e veterinario.

Il programma di Stage

Attualmente l’Agenzia gestisce un vasto programma di tirocini rivolto a neolaureati, dottorandi e studenti Erasmus+. I settori di inserimento riguardano svariate competenze, spaziando dalla chimica al diritto farmaceutico sino alla finanza e alla comunicazione.

Nel programma del 2022 l’EMA mette a disposizione circa 50 posizioni distinte. Per ognuna di queste la deadline è il 19 giugno 2022 entro le ore 23:59.

Le candidature possono essere inviate direttamente dal portale dell’Agenzia europea per i medicinali cliccando sul tirocinio richiesto.

Retribuzione e durata

Generalmente le condizioni per gli stage proposti dall’EMA sono:

  • Una durata massima di 10 mesi;
  • Un periodo di svolgimento dal 1° ottobre 2022 al 31 luglio 2023;
  • Sede dei tirocini ad Amsterdam;
  • Una retribuzione di 1.360 € mensili per 40 ore settimanali.

Tuttavia, per gli studenti universitari è prevista la possibilità di ridurre l’orario di lavoro da 40 ore settimanali a 32 o 20 ore settimanali per permettere il proseguimento degli studi.

Requisiti richiesti

Per poter effettuare una candidatura è necessario rispettare alcuni parametri generali:

  • Essere cittadini dell’Unione Europea o del EEA (Islanda, Norvegia, Liechtenstein);
  • essere neolaureati da non più di 12 mesi, studenti universitari in un programma Erasmus+ o dottorandi;
  • conoscere la lingua inglese ad alto livello (livello minimo C1) e un’altra lingua ufficiale dell’Unione europea (livello minimo B2).

I requisiti specifici per ogni posizione sono presentati all’interno del sito.