Stage4eu, la ricerca è più semplice

Maria Laura Campolo

I benefici di uno stage oltre i confini nazionali sono molteplici: dalla creazione di un network internazionale al potenziamento delle soft skills. Tuttavia, trovare uno stage non è affatto semplice. Tempo e pazienza rappresentano il binomio perfetto per descriverne la ricerca. Fortunatamente, esistono diversi strumenti che possono essere d’aiuto, come ad esempio Stage4eu.

Stage4eu: ecco come trovare stage all’estero

Stage4eu è un’applicazione, totalmente gratuita, nata all’interno dell’Inapp (Istituto Nazionale per l’analisi delle politiche pubbliche) che suggerisce le più interessanti opportunità di stage che si svolgono presso istituzioni e soggetti pubblici nazionali ed internazionali, organizzazioni riconosciute a livello internazionale ed aziende multinazionali, presenti sul territorio europeo. Sull’applicazione si possono trovare: quattro sezioni informative che fungono da guida completa da consultare prima, durante e dopo lo stage; uno spazio in cui vengono pubblicate le offerte di stage; un servizio personalizzato di notifiche che segnala l’offerta di stage in base ai criteri selezionati.

Il Presidente dell’Inapp, Stefano Sacchi, ha affermato: “Lo stage è uno strumento fondamentale, un anello di congiunzione tra il mondo dell’Università e quello del lavoro, tra aziende e giovani a caccia di nuove opportunità”. Continua: “per questo abbiamo pensato ad un’applicazione semplice, diretta, in grado di far incontrare l’offerta con la domanda di stage in Europa. Un’applicazione che cerca il giusto stage per ogni singolo utente e lo avverte se questo viene trovato”.

Attualmente, l’applicazione è diventata un punto di riferimento per i giovani: nell’ultimo anno, 5mila download, 3.700 le offerte di stage pubblicate e oltre 44mila visualizzazione del sito web. Numeri che fanno comprendere come, nonostante una pandemia, i giovani non abbiano perso la speranza nel costruire il proprio futuro. Tra le offerte pubblicate, l’app segnala il tirocinio alla European Court of Auditors.

Tirocinio alla European Court of Auditors

La European Court of Auditors organizza tre sessioni di tirocinio all’anno destinati a laureati in possesso di un diploma universitario e a studenti universitari che abbiano completato almeno quattro semestri di studio in una delle aree di interesse dell’istituzione. Inoltre, la Corte presta particolare attenzione alle domande di candidati con profili nei settori IT audit e data science, in linea con il suo piano di sviluppo 2021-2025 per un migliore utilizzo della tecnologia e dei dati nell’audit. Per quanto riguarda la retribuzione, si aggira intorno ai 1.500 euro per tirocini retribuiti. Per candidarsi nelle sessione che avrà inizio a maggio 2023, la scadenza del bando è il 31 gennaio.

Ogni candidato dovrà soddisfare i seguenti requisiti:

  • possedere la cittadinanza europea, salvo deroga concessa dall’autorità che ha il potere di nomina;
  • non aver già usufruito di un tirocinio (retribuito o non retribuito) presso una qualsiasi istituzione, organo o agenzia dell’UE;
  • conoscenza di almeno due lingue ufficiali dell’UE;
  • non essere stati o non essere, in precedenza, occupati presso un’istituzione, un organo o un organismo dell’UE in qualità di agente temporaneo, agente contrattuale, agente contrattuale ausiliario, personale di un’agenzia di collocamento, in qualità di esperto nazionale distaccato presso un’istituzione, organo o agenzia dell’UE o come assistente di un membro del Parlamento europeo.

Lascia un commento