Trento ospita il Samsung Innovation Camp

Sofia Gigliotti

All’Università di Trento partirà il 15 marzo 2021 la terza edizione del Samsung Innovation Camp, in partnership con Randstad. Il programma quest’anno tratterà non solo delle nuove tecnologie ma si occuperà anche di sostenibilità ambientale. Importante infatti è l’impatto che il digitale può avere in progetti di sviluppo green.

Il progetto

Samsung Innovation Camp è un vero e proprio corso di formazione che si può seguire parallelamente al proprio percorso di studi. Punta sul formare gli studenti nel campo digitale, soprattutto nelle skills richieste nel mondo del lavoro.

Il progetto si articola in due parti: ci sarà un corso di 25 ore online aperto a tutti, seguito da un workshop per chi supera il test.

Durante il primo modulo ci si occuperà di Data Analysis, Sicurezza, Marketing e Comunicazione digitali; ci sarà poi un webinar con esperti Samsung e Randstad. Al termine della prima parte ci sarà un test, gli studenti che lo supereranno potranno accedere al workshop.

Il secondo modulo vede l’incontro con professionisti di Samsung e Randstad per imparare come applicare l’innovazione digitale ai modelli di business e conoscere il mercato attuale. A fine progetto verrà assegnato un project work in collaborazione con un’azienda del territorio, per avere un primo confronto diretto con il mondo dell’impresa.

A fine percorso i migliori studenti otterranno un Open Digital Badge dell’Università di Trento.

Università di Trento

Per la seconda volta l’iniziativa è stata organizzata con l’Università di Trento. Possono accedere studenti e studentesse, laureati e laureate dell’Ateneo interessati. Il progetto inizia il 15 marzo 2021 con il webinar le leve del cambiamento” per un massimo di 300 iscritti. Entro il 2 aprile 2021 invece bisognerà aver completato il corso online per accedere al secondo modulo. La chiusura dell’evento sarà il 7 giugno 2021 con l’annuncio dei vincitori.

Esprimo grande soddisfazione in questa collaborazione che rientra negli obiettivi strategici di ateneo legati all’innovazione didattica e alla cosiddetta “Terza missione” per il rapporto tra università e imprese

Roberta Cuel del Dipartimento di Economia e Managment, coordinatrice del progetto presso l’Università

Lascia un commento