UniPa, distribuiti tremila tablet alle matricole

Fiorella Verde

E’ iniziata nei giorni scorsi la distribuzione da parte dell’Università di Palermo di tremila tablet alle matricole in fascia di reddito 0. Un tentativo, quello dell’Università, di garantire la fruizione della didattica a distanza al maggior numero possibile di neoiscritti.

La necessità di studiare strategie per trovare un equilibrio tra diritto all’istruzione e sicurezza è infatti un aspetto fondamentale per l’Università palermitana. Sia che si tratti di tablet o di telecamere con sistema di autotracking, com’è stato per l’Università di Bologna.

«Per questo intervento – ha commentato il Rettore Fabrizio Micari nel comunicato dell’Unipa – abbiamo investito 600mila euro da fondi ministeriali. Questo genere di azione è fondamentale per il sostegno allo studio e per consentire agli studenti che per ragioni di sicurezza non possono fruire della didattica in presenza di sentirsi vicini e connessi all’Università seppure con la distanza imposta dall’attuale situazione».

La consegna

La scorsa settimana l’Università di Palermo ha consegnato simbolicamente i dispositivi ai rappresentati degli studenti dell’Ateneo. Gli altri tremila studenti con fascia di reddito 0, riceveranno una e-mail per l’assegnazione dei tablet.

Questi, com’è specificato sul sito dell’UniPa, sono concessi in comodato d’uso. Gli studenti beneficiari, infatti, potranno utilizzarli per un periodo di tempo non superiore ai dodici mesi e dovranno poi restituirli all’Ateneo.

«Qualora avanzassero dei dispositivi – ha sottolineato il Rettore – questi verrano consegnati fino ad esaurimento scorte».

In un momento in cui migliaia di studenti vivono l’esperienza universitaria attraverso un monitor, molti aspetti arrivano a fare la differenza tra una buona e una cattiva istruzione.

L’impegno dell’Università degli Studi di Palermo per arginare le difficoltà di studenti e famiglie è fondamentale, soprattutto ora che in tutta Italia l’accesso all’istruzione è fortemente influenzato dalla tecnologia.

Lascia un commento

Scarica orala nostra Guida