Università di Perugia alla ricerca del super cacao

Sofia Gigliotti

I ricercatori dell’Università di Perugia si mettono in gioco per individuare i genotipi con le migliori caratteristiche organolettiche e funzionali per creare il super cacao.

Il gruppo di ricerca del Professor Albertini si sta occupando dello studio dei geni che caratterizzano i campioni di cacao. Questi provengono da Honduras, El Salvador e Guatemala. Infatti, come sappiamo, tutto nasce dal DNA, per cui dalla giusta combinazione di geni che lo compongono si potrebbe arrivare al super cacao.

Università di Perugia: super cacao e cambiamenti climatici

Il problema fondamentale è il cambiamento climatico, poiché la siccità causerà danni alle coltivazioni di cacao. Infatti la pianta del cacao ha bisogno di essere coltivata in determinate aree del mondo; questo per esigenze di temperatura e umidità, con piogge abbondanti e riparo dal vento.

Sudamerica e Africa sono le regioni da cui arriva la gran parte del cacao. A causa dell’aumento delle temperature, però, queste zone stanno diventando troppo secche. Questo porta quindi allo spostamento delle coltivazioni in aree geografiche con le condizioni climatiche ottimali per la loro crescita; il problema è che non ci saranno gli stessi spazi per le piante. Di conseguenza si ridurrà la produzione di cacao, con il cioccolato e tutti i prodotti a lui legati. La scarsità di materia prima porterà inevitabilmente a un’impennata dei prezzi.

Ecco che diventa fondamentale impattare con le proprie azioni sul clima, per fronteggiare questi cambiamenti al meglio. Nel frattempo il team di Perugia si è messo all’opera per riuscire a controllare il DNA del cacao al fine di migliorarne le qualità e cambiare le sue richieste ambientali.

Il super cacao

La ricerca è guidata dal Professore Emidio Albertini, coordinatore del corso di dottorato in Scienze e Biotecnologie agrarie, alimentari e ambientali. Si è laureato in Scienze Agrarie presso l’Università di Perugia e ha conseguito il PhD. Scienza e tecnologia delle sementi presso l’Università di Torino. Ora è Professore proprio dove ha imparato.

L’obiettivo è quello di individuare tutti quei geni che conferiscono le migliori caratteristiche nutrizionali, di resistenza a stress, a patogeni e a insetti. Tutti questi geni, se combinati, daranno origine al super cacao. Tutto si basa sul controllo del materiale genetico che da al cacao le sue peculiarità.

I dati ottenuti permetteranno di individuare i genotipi con le migliori caratteristiche organolettiche e funzionali, per generare quindi una pianta che permetterà di far fronte al mutato clima di domani.

Lascia un commento