Università telematiche: boom di iscrizioni

Giorgia Fossati

Le Università telematiche sono sempre più apprezzate dagli studenti italiani.
Questo modello universitario consente maggiore flessibilità seguendo i corsi da pc, tablet o smartphone.
In questi mesi abbiamo scoperto i vantaggi della didattica a distanza.
La conseguenza è stata un ulteriore incremento delle iscrizioni ad Università telematiche.

I dati

Le iscrizioni presso le Università telematiche sono in continuo aumento dal 2003. Da circa 1500 studenti, negli ultimi 10 anni, la quota è più che raddoppiata, raggiungendo le oltre 100mila unità.
A seguito del COVID-19 le attenzioni verso gli istituti telematici sono cresciute del 15% circa rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.
Al contrario, il numero di matricole delle Università tradizionali si sarebbe ridotto da quasi 300mila a poco più di 260mila.

I vantaggi delle Università telematiche

Il modello telematico consente di ottimizzare i tempi evitando spostamenti per raggiungere la sede delle lezioni. Di conseguenza, notevole è anche il risparmio economico riguardo la spesa per i mezzi pubblici o privati o per l’affitto in caso di studenti fuori sede.
Seguire i corsi da casa permette di organizzare i propri impegni lavorativi e personali senza ripercussioni sulla qualità della didattica.
Ulteriori elementi sono l’assenza di test d’ingresso e la presenza di tutor disponibili in caso di necessità. Azzerato quindi il rischio di non poter studiare ciò che si desidera.
Anche la praticità della procedura di immatricolazione ha giocato un ruolo notevole a favore delle Università telematiche.

I corsi disponibili

Le Università telematiche riconosciute dal MIUR consentono di ottenere un titolo di studio con valore legale, si ha quindi la possibilità di accedere a concorsi pubblici.
Le facoltà disponibili non comprendono solo discipline umanistiche, ma anche materie più tecniche, come corsi di ingegneria.

Università telematiche riconosciute

Le Università telematiche italiane riconosciute dal Ministero dell’Istruzione sono 11:

  • Internazionale Uninettuno;
  • Niccolò Cusano-Telematica Roma;
  • Unitelma Sapienza;
  • Telematica Pegaso;
  • San Raffaele;
  • Mercatorum;
  • eCampus;
  • Giustino Fortunato;
  • Guglielmo Marconi;
  • Italian University Line;
  • Università Leonardo Da Vinci.

In particolare, l’Università online Napoli Pegaso è la sola del suo genere inclusa tra i principali atenei italiani. Dal 2010 al 2019 gli immatricolati di questa Università sono cresciuti del 547%, passando da 897 a 5807 iscritti.

…ma non solo vantaggi

La didattica a distanza è ora necessaria. L’obbiettivo è però un ritorno graduale in aula, come affermato da Gaetano Manfredi, Ministro dell’Università e della Ricerca.
In questo senso non si possono trascurare gli svantaggi delle Università telematiche. Pur annullando alcuni costi, va considerato che la retta universitaria è spesso più alta rispetto alle Università tradizionali
Gli anni universitari non sono inoltre vissuti a pieno. Mancano infatti i legami con i colleghi o le relazioni lavorative che si possono creare.

La didattica a distanza ha portato ad un nuovo modo di vivere l’Università. L’incertezza sul futuro delle lezioni rischia di mettere in discussione la scelta di un’Università tradizionale. 
Il bilancio di vantaggi e svantaggi e la scelta più congeniale spettano, ovviamente, ad ogni studente.
Sarà il tempo a mostrare se l’apprezzamento per l’Università a telematica sia frutto di un reale desiderio di cambiamento e non un adeguarsi agli effetti del Coronavirus.

Lascia un commento